Frigorifero statico, ventilato o no frost, quale scegliere?

DiMG Service

Frigorifero statico, ventilato o no frost, quale scegliere?

Ci sono così tanti fattori da valutare quando si compra un elettrodomestico importante come il frigorifero.

Bisogna valutare il design, la classe energetica, la durabilità e le caratteristiche principali come la tipologia di raffreddamento.

Non preoccuparti. Adesso ti illustreremo le differenze tra frigo statico, ventilato e no frost.

quale frigorifero scegliere?
Frigorifero statico, ventilato o no frost?

Frigorifero statico

Tempo fa, i frigoriferi statici, erano l’unica possibilità di acquisto; oggi, però, grazie all’avanzata tecnologia possiamo scegliere quello più adatto alle nostre esigenze.

In questa tipologia di frigoriferi il processo di raffreddamento avviene tramite un gas che circola all’interno di uno o più motori fino al raggiungimento della temperatura desiderata.

Il problema, è che in questo modo si forma della brina che si accumula sulle pareti, formando del ghiaccio, quindi è necessario far sbrinare i frigorifero periodicamente.

Frigorifero ventilato

Questa tipologia di frigorifero sfrutta lo stesso sistema di quello statico, con l’aggiunta di una ventola nel comparto frigo, che permette la diffusione del freddo in maniera più omogenea e il miglior mantenimento dei cibi.

Anche in questo caso è necessaria una sbrinatura manuale periodica.

Perché si forma il ghiaccio?

Apro questa piccola parentesi per sottolineare l’importanza della sbrinatura periodica.

La brina è causata dallo sbalzo di temperatura che si ha quando si apre e si chiude il frigo e dai vapori acquei che provengono dai cibi stessi.

È importante eliminarla periodicamente perché:

  • C’è un aumento del dispendio di energia;
  • Il ghiaccio sulle pareti riduce lo spazio all’interno dell’elettrodomestico;
  • Il frigo non raffredderà in maniera uniforme;

Frigorifero no frost

Il frigorifero no frost sfrutta una moderna tecnologia che permette, grazie ad un evaporatore, di creare, all’interno del frigo, un ambiente secco e privo di umidità.

Questi elettrodomestici non richiedono una sbrinatura manuale periodica perché hanno un motore che permette di farlo in modo automatico durante la giornata; il processo avviene grazie all’attivazione di resistenze che prevengono l’accumulo di ghiaccio.

Inoltre, i frigoriferi no frost, hanno un sistema che consente di ristabilire la temperatura una volta chiuso il vano. Esistono alcuni elettrodomestici che hanno integrato il sistema Fresh Lock che mantiene costante la temperatura anche quando lo sportello è aperto.

Esistono due tipologie di frigo No-Frost: uno è di tipo Total No Frost e l’altro di tipo Dual Free Frost.

Total No Frost: ovvero, sia il frigo che il freezer hanno lo stesso sistema di raffreddamento e quindi funzionano all’unisono; uno degli vantaggi principali di questa tipologia di frigorifero sta nel fatto che il processo di sbrinamento si avvia in automatico ogni 24 ore circa. Lo svantaggio sta nel fatto che non essendoci umidità i cibi devono essere chiusi con attenzione per far si che mantengano la loro idratazione naturale.

Dual Free Frost: lo potremmo definire la giusta via di mezzo tra il frigorifero ventilato e il no frost perché all’interno del frigorifero viene adottato un sistema di raffreddamento di tipo ventilato e nel congelatore un sistema No Frost.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre promozioni e gli aggiornamenti sui nuovi articoli del blog.

Affidarsi alla MG è sinonimo di sicurezza.

Info sull'autore

MG Service administrator

Lascia una risposta

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy.
Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.